Il “Possesso Responsabile” è stato proposto come  percorso valutativo per cani che hanno avuto provvedimenti restrittivi e che, quindi, necessitano di una “riabilitazione”.
Spesso i cani sottoposti a questi provvedimenti non hanno un vero “esame” ne un vero “percorso” da sostenere, lasciando tutto il peso della situazione a carico delle ATS; con il Possesso Responsabile abbiamo voluto fornire uno strumento utile, con indicazioni mirate sullo sviluppo di tali percorsi.
Nel progetto vengono anche individuate le competenze necessarie che gli esaminatori devono possedere.

 

 

Diviso in più fasi:

01. Collaborazione con Gli Uffici competenti

Su segnalazione degli Uffici competenti in materia, un Tecnico del Comportamento aiuta i Responsabili indicati alla stesura di un percorso da effettuare, individuando i professionisti idonei al lavoro da svolgere.

02. Inizio del Percorso

 Gli istruttori professionisti individuati aiuteranno le famiglie in possesso del cane in esame, iniziando tale attività formativa con il lavoro di tutti i componenti della famiglia, fornendo le basi teoriche necessarie e avviando un lavoro in campo attrezzato fino a prove in area urbana; gli istruttori indicheranno anche quando affrontare l’esame per il superamento del patentino.

03. Esame Teorico

Prova necessaria per valutare se le basi teoriche siano acquisite, esame che affronterà più temi, comprese le normative nazionali e locali specifiche.

04. Prova pratica

Svolta in 2 fasi:

– Area attrezzata
Viene effettuata una sequenza di esercizi seguendo un preciso schema, in cui si valuterà il rapporto, la relazione ed l’eventuale controllo sul cane.
– Area Urbana
Simulazione di una passeggiata in zona urbana  in area urbana, rappresentando tutte le situazioni che si possono incontrare giornalmente..

Per conoscere meglio il progetto

Possesso Responsabile contattaci,

ti metteremo in comunicazione il

prima possibile con l’ideatore

4 + 10 =